Pier e Melissa #37

Ogni riferimento a persone, nomi, fatti è puramente casuale.

With Love.

B.

“Caro Pier,

mi è venuta in mente quella mattina in qui abbiamo passeggiato vicino al campo di girasoli. Era caldo, ho voluto denudarmi e camminare un passo davanti a te. Mi hai presa, messo le mani sugli occhi, mi hai posato a terra con la mia schiena nuda sul tuo corpo vestito. I miei capelli erano sulla tua faccia e mi accarezzavi ovunque. Sentivo la tua camicia, la tua barba, i tuoi pantaloni e l’eccitazione era terribilmente inebriante.

Ebbene, oggi ho preso il cavallo e, nuda, mi sono sdraiata sul suo dorso. Ho chiuso gli occhi, sentivo il respiro, il calore, il contatto con la Natura e il pensarti ha fatto il resto.

Mi manchi. Torna presto.

Tua, Melissa”


 

La Natura ci regala giochi erotici

Facciamo sempre gesti meccanici quando siamo a casa.

Oggi lavavo un mazzo di bietola e l’ho trovata estremamente sensuale.

Le foglie verdi sono consistenti e grandi.

Il gambo bianco può essere un’impugnatura. E allora perchè non giocare e far finta che sia un frustino?

Può far sorridere, ma la natura dà semplici e ottimi spunti per eccitare.

tumblr_oe7zynjj3n1vvz9dbo1_1280