Agent Provocateur, il crollo di un mito

Quando più di dieci anni fa decisi di aprire “Marabù”, la mia boutique erotic-chic, il riferimento più prestigioso e consono era Agent Provocateur. Un giorno presi un aereo, andai a Londra perchè dovevo vedere con occhi e toccare con mano la lingerie del brand più chic e seducente al mondo.

Andai proprio a Soho, nel negozio originario e nonostante me lo aspettassi più grande, il solo vedere la bellezza di pizzi, sete, mascherine, reggicalze di design e qualità, mi fece ancor di più sentire quanto ci fosse bisogno di un tipo di lingerie così anche in Italia: seducente, erotica, estrema ma elegante al contempo. E diciamolo pure, molto costosa.

Le commesse di una bellezza mozzafiato. Abitino rosa, calze con la cucitura, fiore tra i capelli come dive degli anni ’40, rossetto carminio e cipria chiara. Questa la divisa, unita al sorriso e alla competenza.

Entrò Neneh Cherry, poi un ragazzo che lavorava per Kylie Minogue ed era venuto a ritirare capi per un video musicale.

Nel corso degli anni avevo capito che qualcosa fosse cambiato – in peggio – ma la conferma l’ho avuta a Milano.

E’ mia deformazione professionale nonchè passione per l’intimo, andare a curiosare, toccare la qualità delle sete e dei pizzi. Una delusione: robaccia, per capirci. Ho chiesto alla vendeuse, a cui di tutto ciò che c’era a Londra è rimasto solo l’abitino rosa, se era pizzo di Calais (uno dei più pregiati). Non sapeva rispondermi.

Noto sempre più tanta superficialità, poca professionalità. Ovviamente non è colpa della ragazza non sapere determinate informazioni ma di chi forma il personale.

E proprio oggi ho letto questo articolo che è illuminante.

Bye Bye Agent Provocateur e viva sempre Chantal Thomass che continuo ad amare, che ha sempre qualità, glamour e personale gentile e qualificato: ebbene sì, ho fatto finta di essere un’acquirente e ho fatto il terzo grado alla commessa che dopo mi avrà mandata a quel Paese.

That’s Bettina.

 

 

 

 

 

Justine Mattera e la veletta nera

Sono una donna creativa.

Non mi piacciono gli stereotipi.

Mi piacciono le esclusività, la sorpresa, l’unicità.

Oltre ai Kit d’amore (componibili e a richiesta), ho creato intriganti velette: per una notte d’amore, per un party, per un regalo esclusivo. Sono polifunzionali e si possono indossare attorno al collo o come ornamento per la coscia nude.

La bellissima Justine Mattera,  ha indossato quella in macramè nero, alta, con nastro di raso e piccole rose.

Questo è l’effetto, sexy, erotico e misterioso.

(un)limited sensuality™

Per informazioni e prezzi: info@sensualcoach.it

website: www.sensualcoach.it

 

2016-03-24 11.47.47

 

 

Lingerie eccitante? W il body

E’ tornato il body. W il body.

Aderente, trasparente, senza pizzo.

Che esalta le forme, le schiaccia.

Che tra le gambe si chiude con qualche gancetto, pronto per essere aperto.

Il body va indossato senza mutande e quando fate l’amore non toglietelo. Lasciate le gambe e i fianchi nudi, mentre il tessuto si arrotola capriccioso.

tumblr_o1w0e661Br1r6f3ooo1_1280

 

 

Audacia, questa conosciuta

Era l’estate 2005.

Una sera fui invitata all’elezione di Miss Trans Emilia Romagna in un locale della bassa ferrarese. In giuria Platinette e Maurizio Ferrini che abbracciai per complimentarmi perchè dai tempi di “Quelli della notte” mi faceva molto ridere.

I saggi dicono che la notte porti consiglio.

Il giorno dopo, effettivamente, dopo aver visto sfilare con allegria trans bellissim* e colorat* riflettei sull’AUDACIA.

Queste creature ne hanno tanta.

Nel frattempo mi capitò di leggere un articolo sul settimanale L’Espresso, in cui si parlava di lingerie erotic chic, di un brand londinese che esponeva all’importante appuntamento fieristico settembrino di intimo e beachwear  di Lione.

Nacque un germoglio e un’idea che stravolse la mia vita.

Iniziai a telefonare, a organizzare la trasferta francese, a pensare alla boutique, al suo nome, alla location, agli articoli che potevo vendere e al nome.

Optai per MARABU’, perchè era musicale, internazionale, ricordava le vestaglie di seta delle dive e perchè includeva il cognome di mio marito e il nome di mia madre.

Nel frattempo, quella estate avevo organizzato un viaggio a Bali e sarei rientrata appena in tempo per andare a Lione alla fiera internazionale della lingerie. E tutto per incanto si incastrò.

Sono trascorsi dieci anni e sembra ieri.

Grazie alle mie amiche trans e a quella bizzarra e divertente serata. Tutto ebbe inizio da lì.

That’s (my) life.marabu

 

Non spogliare, ma guardare

Ci sono diversi modi per aumentare l’eccitazione di un uomo che vi desidera. Cercate di sorprendere: noi donne abbiamo tante varianti a favore.

Allora perchè non presentarsi  al proprio amato con un abito trasparente, sotto un reggicalze e con disinvoltura accoglierlo e farlo aspettare? Sfuggirgli, per poco. Muoversi come se niente fosse, preparare un caffè, accendere una sigaretta, cercare una musica di sottofondo.

Intanto farsi guardare (e spogliare) con gli occhi.

There are various ways to increase the excitement of a man that desire you.  Try to surprise him:  women have so many variations in their favor.

So why not show yourself to your loved one with a transparent dress and  garter belt? Escape from him, for a while. Moving as if nothing had happened and prepare a coffee, light a cigarette, look for a background music.

Meanwhile, make yourself look (and undress) with his eyes.

GUARDAMI

 

 

L’importanza delle trasparenze

Londra è sempre stata fonte di ispirazione. Oltre alla famosa boutique “Agent Provocateur” suggerisco anche “Coco de Mer”.

Sarà un caso, ma il Coco de Mer è il cocco delle mie Seychelles, il cui raro seme ricorda in modo impressionante la forma del pube femminile.

Andai qualche anno fa a Londra e scoprii  questo shop di lusso: oggetti  e accessori del piacere  di design e ricercatissimi, lingerie di seta e pizzi bellissima.

Ho pensato, guardando questa foto, che presto tornerò a fare un giro.

London is always a source of inspiration. In addition to the famous boutique “Agent Provocateur”  I also suggest “Coco de Mer”.

 The coco de mer coconut  is rare seed of Seychelles Islands, recalled in an impressive way the shape of the female pubis.

I went a few years ago in London and I discovered this shop luxury with accessories of the pleasure of design and sought after, silk and lace beautiful lingerie.

I think  I will return to London soon!

cdm-coco-lingerie-nipples-knickers

 

 

 

 

L’attesa

Succede che si deve saper aspettare. Con gli anni si diventa meno impazienti. Ho letto che chi non sa aspettare è più fragile. Non sono d’accordo. A volte è solo questione di carattere: c’è chi gode anche nel piacere di immaginare il momento che verrà, c’è chi gode nel vivere il momento.

Gli attimi precedenti all’incontro: la preparazione, la lingerie, quel rossetto o quelle scarpe. E il profumo. Da lasciargli impresso quando se ne va.

It happens that we have to learn in waiting for someone. Growing up you become less impatient. I’ve read that those who do not know how to wait is more fragile than the others. I disagree. Sometimes it’s just a matter of character: there are those who enjoy the pleasure of imagining the moment that will be, there are those who enjoy having the desire to enjoy the moment as soon as possible.

The moments before the meeting are exciting: preparation, lingerie, lipstick, or that those shoes. And the scent. To leave impressed when he leaves.

attesa