Sex shops a Bologna? Ecco cosa ne penso (prima parte)

 

Care amiche e gentili amici,

con questa rubrica darò voti ai sex shops che incontro – volutamente –  per la mia strada. Siete curiosi? Allora inizio con tre attività locate nel centro di Bologna:

SEX SHOP BOUTIQUE DELL’EROS – via Polese 32/a

Vetrina: piccola, accattivante, da sex shop vintage. Voto 7+

Impressione: appena entrati si percepisce odore di chiuso, forse per via della vecchia moquette, e non è proprio gradevole. E’ il tipico sex shop rimasto agli anni 70. Punta molto sul bondage e sul fetish. Proseguendo, in fondo al corridoio una vetrina a parete racchiude vibratori carini, palline vaginali e molti plug anali. Voto 8 per il vintage. Per l’odore sarebbe da 4.

Personale: commesso (titolare? ) non sorridente (ahiaiaiai). Quando chiedo di spiegarmi qualcosa, lo fa in modo annoiato e con aria di sufficienza dando per scontato che sia una esperta. Mi mostra un ovetto wireless che personalmente ritengo paccottaglia. Palline vaginali di qualità con vari prezzi. Il commesso o titolare, appena percepisce che non sono propensa ad acquistare, mi dice che se voglio spendere poco, posso trovare qualcosa in altri negozi. Esco basita. Voto 3

 

BEATE UHSE – via Bertiera 2/2a

Vetrina: enorme, luminosa, con sex toys di design in bella vista. Negli anni è migliorata, ma eviterei di esporre vibratori. Voto 8-

Impressione: si entra senza imbarazzo perchè l’aspetto è quello del Love Shop, con un concetto più easy, femminile e meno laido di un tempo. L’ambiente è arioso e ordinato. A volte gli espositori sono sguarniti e posso capire il momento post- San Valentino o feste natalizie, ma al potenziale cliente non fa un bell’effetto. Oggettistica e lingerie di buona qualità, gamma di lubrificanti da tenere presente come quelli bio. Prezzi  un po’ sopra la media per alcuni articoli. Voto 8 e mezzo

Personale: Qui non mancano la competenza, il sorriso, la gentilezza e per uno staff tutto femminile. Voto 10

 

MAGIC AMERICA via Don Minzoni, 4

Vetrina: gialla, oscurata, simpatica. Sicuramente accattivante. Per entrare si suona il campanello. Voto 8 e mezzo.

Impressione: spazio molto grande e a mio avviso potrebbe essere migliorato. La sala principale è piena di dvd per gli appassionati/collezionisti del genere.Quando sono andata, il titolare stava pensando di cambiare la disposizione di alcuni mobili e scaffali. In effetti anche qui ci sono tante vetrine non piene di articoli e tutto è un po’ dispersivo. Gli oggetti di design sono di brand conosciuti e si punta soprattutto al “tradizionale” ovvero sex toys realistici. Trovo che sia un sex shop più indirizzato agli uomini e l’ambiente più semplice  può andare bene. Voto 8

Personale: il titolare è simpaticissimo, chiacchierone, gioviale e molto competente perchè è da una vita che lavora nel settore. Voto 10

(to be continued)

 

L’autostima perduta? Tacchi, rossetto e reggiseno

Quando scende l’autostima, quando ci si sente un po’ giù, consiglio due cose

1)Mettetevi uno dei reggiseni più belli che possedete. Allacciatelo con lentezza davanti allo specchio e datevi il rossetto. Poi ditevi che siete bellissime. Come un mantra…

2) Indossate un bel paio di scarpe col tacco. Il corpo è portato ad avere una postura differente, ci si sente più alte e sexy.

Uscite, fate una piccola passeggiata. Sicure, con un leggero sorriso sulle labbra.

 

 

 

Il maglioncino sulla pelle nuda

Fuori  è  freddo. A volte anche in casa. Talvolta nel letto dopo che si è fatto l’amore.

Trovo che mettersi un maglioncino e lasciare le gambe scoperte sia molto sexy.

E sia un invito ad essere guardate ancora.

(Foto tratta da un numero di Playboy degli anni ’80)

tumblr_o5ndr3mczs1qabj53o1_1280