Lola e Carlo #36

Ogni riferimento a persone, nomi, fatti è puramente casuale.

With Love.

B.

“Caro Carlo,

oggi ho camminato sulla spiaggia e sei affiorato nei miei pensieri come un germoglio.

Il passato non torna però ho immaginato come sarebbe rivederti.

Saremmo emozionati?

Rifaremmo l’amore?

Ci racconteremo quello che non abbiamo potuto dirci?

Amavi le mie mani e le mie labbra. Le ameresti ancora?

Amavo i tuoi occhi e la tua barba. Li amerei ancora?

Ho provato a immaginare.

E mentre camminavo a piedi nudi, quei piedi su cui appoggiavi la tua bocca perversa, ho pensato che era meglio non immaginarti.

Tornata a casa ho acceso la radio:  davano “I’ll be seeing you” di Billy Holiday.

Tua Lola”

(ph. Jacques Henri Lartigue – Parigi 1944)

 

Ingmar e Flor #35

Ogni riferimento a persone, nomi, fatti è puramente casuale.

With Love.

B.

“Sai Ingmar ho pensato che quando ti rivedrò metterò una rosa profumata. Non tra i capelli, non all’occhiello.

Nei collant.

Toglierò prima le spine e delicatamente la schiaccerò sulla coscia. Indosserò una gonna lunga, così quando l’alzerai per accarezzarmi, troverai questo “bassorilievo” d’amore.

Se poi vorrai, strapperai il nylon con le dita.

La rosa sarà tua, io sarò tua e quando te ne andrai  porterai nel tuo respiro i nostri odori.

Tua, Flor”

tumblr_ohfwb88cxy1rfrwnro1_1280

Lo strano caso dell’ex che torna

Ultimamente mi raccontano dell’amore. Dei nuovi amori.

Singolare il fatto che spesso i “nuovi amori” siano amori del passato che tornano.

Tracce belle che non si perdono nonostante il tempo, le esperienze, i dolori, le gioie.

Non credo siano “minestre riscaldate”.

Oggi c’è più timore nell’ incontrare persone nuove: pazzi, pazze, i social, il possesso, l’esibizionismo.

Il passato è un nido sicuro. Un letto grande che torna di nuovo a misura.

Bravi e brave. Sono felice per voi

tumblr_nb4tr4oTK21qzcg3go1_1280

Ron e Patricia #34

Ogni riferimento a persone, nomi, fatti è puramente casuale.

With Love.

B.

“Caro Ron, il tempo passa. E non è vero che passi tu. Mi dico ormai da tempo che passerà. E’ sbagliato quando cerco di autoconvincermi usando questo verbo. E più corretto “cambierà”.

Può passare davanti a me un auto, può passare un momento. Il mio pensiero passa ma resta altro.

Mi piace usare “cambierà” o “scorrerà”, perchè da che ho deciso di spegnere i miei pensieri, non ha senso combatterli. E’ da tanto che mi dico che passerà, che ti dimenticherò, ma non ci sono interruttori nelle meningi. Da quando sei partito il pensiero si è affievolito, questo sì. L’amore cambia e poi passa. Questa è la sequenza. Davanti ho quel campo verde dove facemmo l’amore, ricordi? Ogni volta che mi siedo qui, in silenzio, guardo quel rettangolo verde e ti desidero. Avevamo messo un tappeto. Eravamo animali, eravamo umori, eravamo capelli, mani, gambe, saliva. Eravamo lontani da tutto.

Passerà? No, cambierà. Vorrei presto, ma non mi impongo nulla. Ho provato ed è stato inutile. L’unico desiderio è che la mia vita scorra. Il tappeto l’ho rimesso in camera. Magari tra vent’anni ci accarezzeremo ancora.

Cerca di volerti bene,

Tua Patricia”

 

tumblr_o9hmfmtTAr1u1arito1_1280

Walter e Lilly #33

Ogni riferimento a persone, nomi, fatti è puramente casuale.

With Love.

B.

Cara Lilly,

ho avuto paura.

Ho sbagliato.Vorrei tornare da te ma ho paura.

Paura del rifiuto. Paura di piangere. Paura della tua reazione.

Anche noi uomini siamo fragili. Io ti dico che ho pianto.

Accendevo una sigaretta, mettevo su musica struggente e piangevo.

Il pensiero di averti perduta mi tormenta. Sono stato un bambino e me ne vergogno.

Oramai sarai lontana, sarai felice con un altro uomo. E io detesto me stesso.

Ti vorrei qui. Vorrei stringerti, baciarti, annusarti, leccarti, esserti dentro.

Ma sono qui, solo con la mia sigaretta.

Ora soffro io.

Perdonami.

Tuo, Walter

 

tumblr_m14johTosy1r8vlx8o1_500

 

Uomini e donne: kit d’emergenza

  1. Non si flirta mai da soli
  2. Se vi manda una foto porno dopo tre messaggi, sappiate che lo fa con tutt*
  3. Guardate come si approccia un uomo o una donna. La modalità è sempre uguale anche con gli altri/le altre
  4. L’uomo sposato non lascia praticamente mai la partner. Ostinarsi è da sceme.
  5. La donna sposata potrebbe lasciare il partner.
  6. Se vuole giocare on line e dopo un po’ tergiversa ad incontrarvi, non ostinatevi. Non vi desidera.
  7. Vi piacciono solo persone lontane e con situazioni impossibili? Non date la colpa agli altri. Siete voi che non vi volete impegnare
  8. Se dite che siete innamorat* poi continuate a chattare con altr*, non siete innamorat*
  9. Fatti non pugnette (cit.)
  10. Il mondo è pieno di persone. Viaggiate.
  11. Se non vi fa impazzire a letto,  non accontentatevi.
  12. Se vi tratta male, lasciate perdere o andate da uno psicologo. E non dalle cartomanti.
  13. Più ci si lamenta, più si allontana la gente.
  14. Soffrite ed elaborate in silenzio. Gli amici diranno la loro, che non è mai la vostra. Piuttosto leggete libri.
  15. Se non c’è incontro non c’è amore (Lord Byron)

L’amore è un caos. Accogliete le gioie, i dolori e non cercate qualcuno per paura di stare soli.

Vogliatevi bene, soprattutto.

10802044_687232371376143_6254278057420711540_n

Omar e Katia #32

Ogni riferimento a persone, nomi, fatti è puramente casuale.

With Love.

B.

“Sei cambiata, Katia”

“Tutto cambia”

“Sei fredda”

“Ho la testa altrove”

“Eri calda”

“Il desiderio di spegne.  Sono stata un tuo diversivo da che nacque tuo figlio. Sei stato un mio diversivo da che mi separai.”

“Vedo un’altra donna, molto bella e arrapante”

“Mai che tu riesca a rimanere fedele a tua moglie. Comunque io sono invaghita di un uomo. Non mi interessi più”

“Sei sicura di non poter più a fare a meno di me?

“Tu non sei mio, Omar. Io non sono tua. Nulla è nostro se non i ricordi. Divertiti con lei. Cerca conferme delle tue insicurezze in lei.”

“Sei stronza”

“No. Realista. Puoi andartene. Ora cammino da sola. Addio”

 

tumblr_nyfbfu8LRM1tgf12uo1_500