Anaïs Nin e le spezie della paura

Il sesso non prospera nella monotonia. Senza sentimento, invenzioni, stati d’animo non ci sono sorprese a letto. Il sesso deve essere innaffiato di lacrime, di risate, di parole, di promesse, di scenate, di gelosia, di tutte le spezie della paura, di viaggi all’estero, di facce nuove, di romanzi, di racconti, di sogni, di fantasia, di musica, di danza, di oppio, di vino.

Quantità enorme di persone che non conosce o ha mai provato questi stati d’animo. Se vivete una passione, abbracciatela. E’ talmente raro provare questo circo. Pelle, lacrime, risate, gelosia, fantasia, vino etc.

E le spezie della paura? Tuffatevi. Perchè sono vita, sono tormenti, sono dolore, sono desiderio, sono ormoni, sono sangue che pulsa che chissà se tornerà.

In seguito avrete storie bellissime da raccontare.

( New York – Amanti 1940/ fotografo sconosciuto)

nYanni40

 

7 thoughts on “Anaïs Nin e le spezie della paura

  1. È quello che sto vivendo da un mese a questa parte… Sono crollate le mie certezze, mi sono chiesta chi era davvero la persona accanto a me, ho fatto scenate di gelosia che non credevo fossi capace di fare e ho sempre paura… Dal canto suo anche lui…paura di perdermi,promesse,lacrime…
    Nonostante tutto mi sono accorta, ci siamo accorti di quanto non abbiamo vissuto e di quanto vita ci anima adesso come coppia. Eppure non riesco a non chiedermi cosa sarà di noi, una volta passato questo momento…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...