L’attesa

Succede che si deve saper aspettare. Con gli anni si diventa meno impazienti. Ho letto che chi non sa aspettare è più fragile. Non sono d’accordo. A volte è solo questione di carattere: c’è chi gode anche nel piacere di immaginare il momento che verrà, c’è chi gode nel vivere il momento.

Gli attimi precedenti all’incontro: la preparazione, la lingerie, quel rossetto o quelle scarpe. E il profumo. Da lasciargli impresso quando se ne va.

It happens that we have to learn in waiting for someone. Growing up you become less impatient. I’ve read that those who do not know how to wait is more fragile than the others. I disagree. Sometimes it’s just a matter of character: there are those who enjoy the pleasure of imagining the moment that will be, there are those who enjoy having the desire to enjoy the moment as soon as possible.

The moments before the meeting are exciting: preparation, lingerie, lipstick, or that those shoes. And the scent. To leave impressed when he leaves.

attesa

One thought on “L’attesa

  1. Vorrei ricordare la mirabile poesia “il sabato del villaggio” di Leopardi, dove si parla anche come la fanciulla si debba “ornare” per la domenica. Li dentro, rapportandola ai giorni nostri, c’è già tutto. Basta sostituire la ligerie al mazzolin di rose e di viole e il gioco è fatto.
    L’attesa è, per chi la sa apprezzare, un meraviglioso turbinio di pensieri e di desideri che rinforzano l’incontro lo rendono altamente erotico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...