Come era bella la mia seta

Jeans, leggins, jeans, leggins.

E il fruscio degli abiti in raso di seta?

Qualcuno di sofferma sulla sensazione dei tessuti sulla pelle? Io sì.

Basta provare la differenza con il cotone. A maggior ragione su punti sensibili come il  décolleté, i glutei e il delta di Venere.

Anche una semplice carezza o una stretta sono diverse.

Provate.

Jeans, leggings, jeans, leggings.

And the rustling of dresses in silk satin?

Someone focuses on sensation on the skin tissue? I have.

Just try to find  the difference with cotton. A beautiful sensation on sensitive spots like the upper chest, the buttocks and pubis.
Even a simple caress or a close are different.

Try this sensual experience.

 

seta

Fonte Monsieurdufraise

One thought on “Come era bella la mia seta

  1. bettina, come sei brava ed espressiva. rendi realta’le tue fantasie. ottima questa tua riflessione sulla sensazione che i vestiti esrcitano sulla pelle. specie in quei punti sensibili. ciao, bettina. alla prossima. giuseppe

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...