Esiste una scuola per imparare a leccare

Ne ho parlato di recente nel mio blog de “Il Fatto Quotidiano. Ovvero che esiste una scuola in Russia per imparare perfettamente la fellatio. Le numerose allieve partecipano pagando e si divertono facendo “pratica” su falli in silicone e banane.

La domanda sorge spontanea. Se esistesse una scuola per cunnilingus, gli uomini si iscriverebbero con la stessa enfasi?

Sì, perchè da quel che mi si racconta, pochi sono veramente bravi e appassionati.

Metterebbero da parte la vergogna di ammettere la loro incapacità e  provare ad imparare l’arte dell’amore linguale giù nel delta di Venere?

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate. In compenso le donne approverebbero e magari vi pagherebbero anche il corso.

There is a school in Russia to learn perfectly fellatio. The number of students participating in paying and have fun doing “practice” with dildos  and bananas.

The question arises. If there was a school for cunnilingus, men would enroll with the same emphasis?

Yes, because from what I told you, a few are really good and enthusiasts.

Would put aside the shame of admitting their failure and try to learn the art of lingual love down in the Delta of Venus?

I’d love to know what you think. On the other hand women approve of and maybe you would pay for the course

Foto da “MerlinsEroticMuses”

MerlinsEroticMuses

8 thoughts on “Esiste una scuola per imparare a leccare

  1. Una donna mi ha insegnato, tanto tempo fa. Ha alimentato e focalizzato una passione innata che era espressa, a tutti gli effetti, nel modo scorretto. Da allora ho continuato ad imparare e perfezionare perché, oltre ad un paio di dinamiche base, ho appreso che ogni donna che reagisce a modalità differenti di cunnilingus. Siamo tutti diversi.

    Una scuola ci vorrebbe, si, perché questa mia capacità mi ha sempre giovato nel rapporto con le donne.

  2. Premettendo che gli uomini sono troppo orgogliosi per dire “Forse è ora che faccio un corso per imparare a leccare”, la cosa più evidente è che nella maggior parte dei casi (ma non voglio generalizzare) gli uomini o provano ripugnanza nel atto oppure se “vanno giù” credono di essere i più bravi al mondo. La domanda è questa: “chi glielo fa credere?”. Purtroppo il problema è della donne, donne che non hanno il coraggio di dire “ascolta non si fa cosi, non stai mica passando l’aspirapolvere!”. Non serve una scuola, ne per loro, ne per noi. L’unica scuola che conosco si chiama Vita ed Esperienza. Donne mie, uscite da casa e provate, cercate, toccate, odorate, vedrete che il miglior modo per imparare e farselo dire da un uomo e dirgli che cosa ci piace. Anche perché ognuno di noi è diverso, e non a tutti il gelato piace freddo!

  3. Secondo il mio modesto parere, non ci vorrebbe una scuola, ma si dovrebbero insegnare A SCUOLA, quella dell’obbligo, queste cose, ma io sono un perverso.

  4. È una delle cose che preferisco, e non riesco proprio a capire quegli uomini che si rifiutano di farlo. Tuttavia, c’è da dire anche che più di una volta ho incontrato donne non proprio entusiaste, che dopo un paio di minuti ti spostano la testa da laggiù come se fosse un fastidio. Va da sé che l’affinità sessuale con queste è alla fine risultata essere minima e non meritevole di essere ripetuta.

  5. La mia prima ragazza non si è mai prestata ad essere penetrata, anzi, non lo voleva neanche toccare. Però, lei si, la potevo stuzzicare sia con le dita che con la lingua. E’ stata una scuola… durata 3 anni. Di quella relazione salvo solo questa lunga gavetta che mi ha fatto collezionare una lunga serie di attestati di gradimento da parte del gentil sesso.

  6. Credo che il segreto sia essere molto attenti alle reazioni della partner e saper agire di conseguenza. Visto che sono tutte diverse, non c’é un “modo unico” di farlo. A parte qualche nozione di base, il resto dipende caso per caso. Consiglio di essere recettivi al minimo sospiro, brivido, reazione e lasciarsi guidare dal feeling……..

    • Sono un appassionato di questa pratica, la scuola è essenziale, dovrebbe essere quasi un prolungamento della scuola dell’obbligo. La base di questa scuola è l’insegnamento di come la donna è diversa dall’uomo e ha bisogno all’inizio di tempi più lunghi. Il cunnilingus è alla base di questa preparazione della donna per portarla a godere diverse volte prima della normale penetrazione, sarà nella massima disponibilità a tutti i giochi.
      Ho verificato che l’imitazione di come i cani bevono con il veloce movimento della lingua dall’acqua alla bocca. Questo continuo toccamento del clitoride, naturalmente verificando anche la risposta tramite i movimenti del bacino e i sospiri della donna, ho verificato che è sempre bene accetto. Alla base ci deve essere SEMPRE un grande leggerezza. Non c’è bisogno di premere, solo di leggerezza hanno bisogno le donne. Se insieme al cunnilingus si praticasse l’introduzione di qualche dito, come io faccio sempre, la reazione è di gran lunga più intensa al punto da portarla varie volte all’orgasmo. Dopo le reazioni sono di grande disponibilità fino ad arrivare col tempo ad un intenso erotismo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...